logo 2 top


Olio di cocco per dimagrire

Scritto da
Valuta questo articolo
(0 Voti)

L’olio di cocco contiene grassi costituiti da trigliceridi a catena media, che a differenza dei grassi saturi a catena lunga, aiutano ad aumentare il dispendio di calorie. Sono acidi grassi che uniti in una particolare combinazione, aumentano efficacemente il metabolismo bruciando calorie, eliminano il grasso addominale e danno senso di sazietà riducendo il senso di fame.

Sono 14 i grammi di grassi contenuti in un cucchiaio di olio di cocco, di cui 12 di grassi saturi. In passato i medici consigliavano di non assumere questo tipo di grassi, attribuendo loro la causa dell’obesità, malattie cardiache e colesterolo. Attualmente invece, si è certi che non tutti i grassi saturi sono uguali. Quasi la metà degli acidi grassi dell’olio di cocco contengono acido laurico, considerato fonte di acidi grassi a catena media. Facilmente digeribili, vengono subito trasformati in energia, quindi non risultano accumulati come grasso, inoltre stimolando il metabolismo, favorisce la perdita di peso.

La spiegazione sta nel fatto che gli acidi grassi a catena media raggiungono direttamente il fegato, dove avviene la trasformazione in energia. L’alto contenuto di grassi contenuto in questo tipo di olio non circola nel sangue, di conseguenza non viene accumulato. Ricerche nutrizionali hanno evidenziato che il consumo giornaliero da 15 a 30 grammi (circa due cucchiai) di questo tipo di olio, porta ad un aumento della spesa energetica del 5%.

In diversi paesi si utilizza come condimento e per preparare dolci perché considerato energizzante e nutritivo. Per frullati e succhi di frutta fatti in casa c’è anche l’olio di cocco da bere, soluzioni ideali da accostare a diete dimagranti.

L’olio di cocco possiede anche proprietà indicate per l’estetica e la cura del corpo. Può essere utilizzato per effettuare massaggi per tutti i tipi di pelle, anche quelle più secche. Non provoca effetti collaterali, diventando dunque una soluzione sicura per contrastare desquamazioni e secchezza cutanea. Ritarda la comparsa di rughe e cedimenti della pelle, oltre a rivelarsi utile nel trattamento di malattie cutanee come psoriasi, dermatiti ed eczemi e come protettore solare, limitando circa il 20% di raggi ultravioletti.

In caso di capelli danneggiati, quest’olio svolge un ruolo importante nella prevenzione e rigenerazione rispetto ad altri olii ed è un ottimo balsamo naturale. Il suo segreto sta nel fatto che aiuta a ridurre la perdita di proteine legandosi alle molecole delle fibre, sostenendole. Ciò si traduce quindi in capelli più sani e lucidi.

Aiuta a minimizzare gli effetti dell’osteoporosi, in quanto specialmente per le donne, contrasta gli effetti della carenza di estrogeni, facendo leva sulla presenza dei polifenoli, composti antiossidanti. Le diete ricche di trigliceridi a catena media presenti nell’olio di cocco, proteggono contro la resistenza all’insulina, aiutando a contrastare il diabete. Assumendo quest’olio, la richiesta di enzimi da parte del pancreas risulta minore, permettendogli così di produrre insulina con più efficienza.

Letto 273 volte
Altri alrticoli in questa categoria: « Olio di mandorla

Lascia un commento


I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok