mare1


La festa del lavoro

Scritto da
Valuta questo articolo
(0 Voti)

Era il 1 maggio del 1886, quando a Chicago, una partecipata manifestazione operaia fu repressa nel sangue. Pur essendo giornata lavorativa (cadeva di sabato), dodicimila fabbriche degli Stati Uniti rappresentate da 400mila lavoratori, scioperarono e parteciparono al corteo formato da 80 mila persone. In quella sede, la manifestazione si svolse pacificamente, ma nei giorni successivi ci furono degli scontri tra polizia e manifestanti che protestavano contro i licenziamenti.

Successivamente, durante il congresso dell’Associazione Internazionale dei lavoratori riunito a Ginevra nel settembre 1866, nacque la proposta di portare ad otto le ore lavorative come limite legale. Erano state soprattutto le organizzazioni dei lavoratori statunitensi a sviluppare il movimento di lotta sul tema delle otto ore. Proprio nel 1866, lo Stato dell’Illinois approvò una legge che introduceva la giornata lavorativa di 8 ore, ma le limitazioni erano tali da impedirne l’effettiva applicazione.

Bisognerà attendere il 1886, con la scelta del 1 maggio, perché gli operai si rifiutassero di lavorare oltre le 8 ore al giorno. Di qui, nel 1889, la giornata del 1 maggio fu presa in prestito dal congresso della Seconda Internazionale a Parigi, che decretò l’esigenza di una giornata comune per tutti i paesi e le città, affinché i lavoratori potessero domandare contemporaneamente di portare per legge la giornata lavorativa ad otto ore. La scelta cadde sul 1 maggio come giornata simbolica per onorare i lavoratori morti tre anni prima a Chicago.

In Italia il 1 maggio fu rispettato fino a quando Mussolini arrivò al potere: proibì la celebrazione di quel giorno e la si spostò al 21 aprile, giorno del “Natale di Roma”. Soltanto con la fine del ventennio, il 1 maggio del 1945, tutti si riunirono di nuovo con entusiasmo nelle piazze d’Italia. Nel 1948, però, si assisté ad una spaccatura che condusse poi alla scissione sindacale. Solo nel 1970i lavoratori di ogni tendenza politica, tornarono a celebrare uniti questa festa.

Da diversi anni, Cgil, Cisl e Uil organizzano un concerto rock per i giovani, collocato nello spirito del 1 maggio.

Letto 130 volte

Lascia un commento